Risparmio energetico

Questa schermata consente al tuo monitor di risparmiare energia. Clicca ovunque per tornare alla navigazione

Libretti di risparmio postale
Intestatari Libretti di Risparmio Postale nominativi ordinari

Quanti intestatari ci possono essere sui Libretti di Risparmio Postale nominativi ordinari?

I Libretti di Risparmio Postale nominativi ordinari possono essere intestati a più persone fisiche, in numero non superiore a quattro. A partire dal 31/10/2004, non sono possibili cointestazioni tra soggetti maggiorenni e minorenni, né tra minorenni.

Cointestatari Libretto di Risparmio Postale

I cointestatari di un Libretto di Risparmio Postale devono necessariamente operare insieme?

No, possono operare anche autonomamente se il Libretto è stato aperto con l'apposizione della clausola della pari facoltà di disposizione. In caso di apertura del Libretto Smart e del libretto dematerializzato, i cointestatari si intendono sempre a firma disgiunta.

Costi e commissioni Libretti di Risparmio Postale

Il Libretto di Risparmio Postale prevede dei costi o commissioni?

Nessuna spesa o commissione è dovuta per l'apertura, la gestione e l'estinzione del Libretto. È prevista l'applicazione di oneri fiscali secondo quanto previsto dalla legislazione tempo per tempo vigente in materia. La duplicazione del Libretto cartaceo comporta il pagamento di euro 1,55.

Ritenuta fiscale Libretti di Risparmio Postale

Qual è la ritenuta fiscale sugli interessi maturati sui Libretti di Risparmio Postale?

Dal 1° luglio 2014, la ritenuta fiscale applicata sugli interessi maturati è pari al 26%.

Versamenti e prelevi Libretti di Risparmio Postale

I versamenti e i prelievi dal Libretto possono essere effettuati presso qualsiasi ufficio postale? E per quali importi?

I versamenti in contanti e i prelievi possono essere effettuati presso qualunque ufficio postale, mentre il versamento di assegni può essere effettuato solo presso l'ufficio postale di radicamento del Libretto. I prelievi giornalieri in contanti di importo superiore a 600,00 euro, presso uffici postali diversi da quello di radicamento del Libretto, possono essere effettuati esclusivamente tramite la Carta Libretto. Per il libretto dematerializzato non esistono limiti di prelevamento in qualsiasi ufficio postale. In ogni caso il prelevamento in contanti di un importo rilevante deve essere compatibile con la disponibilità di cassa dell'ufficio postale che effettua il pagamento. È possibile effettuare la prenotazione della somma da prelevare o richiedere un vaglia circolare negoziabile presso qualunque istituto di credito; in tal caso non esiste alcun limite di importo.

Modalità operazioni versamento e prelievo

In quali modalità è possibile effettuare operazioni di versamento e prelievo su Libretti di Risparmio Postale?

È possibile effettuare versamenti: in denaro contante, mediante negoziazione al dopo incasso di assegni bancari o circolari (servizio offerto da Poste Italiane con accredito del relativo importo solo ad incasso avvenuto). È possibile effettuare prelievi mediante l'utilizzo della Carta Libretto presso gli sportelli automatici (ATM) contraddistinti dal marchio POSTAMAT entro i limiti di 600,00 euro giornalieri e di 2.500,00 euro mensili, ovvero presso tutti gli uffici postali. È possibile, a richiesta e tramite il versamento delle commissioni previste dai Fogli Informativi, chiedere l'emissione di un vaglia o di un assegno vidimato in luogo del denaro contante.
Non è possibile utilizzare la Carta Libretto sui circuiti Visa o MasterCard.

Prelievo Libretto Postale cointestato

Sono titolare di un Libretto di Risparmio Postale cointestato. Tutti i documenti relativi all'apertura e all'utilizzo del libretto sono in possesso dell'altro cointestatario. Per effettuare un prelievo posso rivolgermi presso qualsiasi ufficio postale?

Per i Libretti cartacei, i prelievi possono essere effettuati se in possesso del Libretto cartaceo o, in alternativa, della Carta Libretto.

Prelievo Libretto postale con delega intestatario

Ho una delega alla singola operazione di prelevamento da parte della persona intestataria del Libretto di Risparmio Postale. Esistono limiti di importo prelevabile? Esistono differenze se mi reco all'ufficio di radicamento del Libretto oppure in un qualsiasi altro ufficio postale?

Per il Libretto cartaceo nel caso di delega per singola operazione è possibile effettuare il prelevamento unicamente presso l'ufficio postale di radicamento. Nel caso di delega permanente, nell'ufficio postale di radicamento sarà possibile prelevare qualsiasi importo mentre, in uffici diversi dal radicamento, l'importo massimo giornaliero prelevabile è pari a 600,00 euro. Nel caso di Libretto dematerializzato, al delegato è rilasciata la Carta Libretto che permette di operare senza limiti presso qualsiasi ufficio postale.

Delegati Libretto di Risparmio Postale

 È possibile designare uno o più delegati ad operare su di un Libretto di Risparmio Postale? Quanti possono essere i delegati? Quali operazioni può compiere il/i delegato/i?

L'intestatario può delegare una o più persone, in numero non superiore a 4, a rappresentarlo nei rapporti con Poste Italiane. Per il conferimento della delega l'intestatario deve compilare e sottoscrivere l'apposita documentazione presso l'ufficio postale di radicamento; tale documentazione deve essere sottoscritta anche dal delegato, che deve essere presente e depositare la propria firma. I soggetti interessati (delegante e delegato) devono avere la piena capacità di agire. L'intestatario del Libretto cartaceo potrà indicare gli eventuali limiti dei poteri di rappresentanza conferiti al delegato, mentre l'intestatario del Libretto dematerializzato potrà conferire unicamente delega generale ad operare sul rapporto e il delegato riceverà una Carta Libretto a sé intestata.

Il delegato potrà effettuare in nome e per conto dell'intestatario e, nel caso di Libretto cartaceo in osservanza degli eventuali limiti ai poteri di rappresentanza conferitigli, tutte le operazioni consentite all'intestatario e rendere, in nome e per conto dello stesso, tutte le dichiarazioni a tal fine necessarie. Le revoche e le modifiche delle facoltà concesse ai delegati, nonché le rinunce da parte dei medesimi, anche quando siano state depositate e pubblicate ai sensi di legge o comunque rese di pubblica ragione, non saranno opponibili a Poste Italiane finché questa non abbia ricevuto, presso l'ufficio postale di radicamento, la relativa comunicazione scritta presentata direttamente o inviata a mezzo di lettera raccomandata con avviso di ricevimento. Detta revoca sarà opponibile a Poste Italiane dal giorno successivo alla ricezione della comunicazione.

Aggiunta intestatario a Libretto nominativo

Sono titolare di un Libretto nominativo ordinario di cui risulto unico intestatario e vorrei aggiungere un secondo intestatario. Come posso fare?

Non è possibile modificare l'intestazione di un Libretto nominativo ordinario. Possono essere designati fino a quattro delegati ad operare sul libretto medesimo.

Operazioni su Libretto all'estero

Sono residente all'estero e sono titolare di Libretti di Risparmio Postale. A chi mi devo rivolgere e quale documentazione è necessaria per prelevare i miei risparmi?

È necessario recarsi presso il Consolato/Ambasciata italiana del Paese in cui si risiede, compilare e sottoscrivere l'apposito modulo (Delega speciale per riscuotere buoni e libretti postali). Tale modulo, autenticato dal Consolato/Ambasciata, unitamente al titolo in originale, fotocopia di un valido documento di identità e codice fiscale dovranno essere inviati a Poste Italiane S.p.A. - BancoPosta - Operazioni - Risparmio Investimenti - Via di Tor Pagnotta, 2 - 00143 Roma. Poste Italiane, effettuato il rimborso del titolo, provvede a inviare l'importo corrispondente mediante assegno vidimato non trasferibile intestato al beneficiario o mediante bonifico estero con accredito sul conto corrente bancario in base alla scelta effettuata dall'avente diritto tra le due modalità indicate nell'apposito modulo, anch'esso reperibile presso il Consolato/Ambasciata.

Regime lordista per tassare interessi su Libretto

Risiedo fiscalmente all'estero (cittadino AIRE). Posso quindi richiedere il regime lordista per tassare gli interessi sul mio Libretto?

Per gli interessi su libretti, percepiti da soggetti fiscalmente non residenti in Italia (sia iscritti all'Aire che non iscritti), è possibile applicare il regime lordista purché venga presentata apposita autocertificazione. Tali interessi, infatti, non si considerano prodotti nel territorio dello Stato ai sensi dell'art. 23 del Tuir se percepiti da soggetti fiscalmente non residenti.

Indirizzo postale straniero sul Libretto di Risparmio Postale

Risiedo fiscalmente all'estero. Posso indicare un indirizzo postale straniero sul libretto?

Si può indicare qualsiasi indirizzo; i libretti, come previsto dal Decreto MEF del 6 ottobre 2004, non prevedono comunicazioni dirette agli intestatari. Sono previste comunicazioni di tipo commerciale o promozionale qualora l'intestatario abbia fornito il proprio consenso al trattamento dei dati personali per tali finalità: in tal caso, al fine di evitare disguidi, è preferibile, ma non obbligatorio, avere un recapito italiano.

Prelevamento o estinzione Libretto Postale cointestato con un minore

Ho un libretto nominativo ordinario, emesso prima del 31/10/2004, cointestato con un minore di età. Cosa devo fare se voglio effettuare un prelevamento da questo Libretto o estinguerlo?

In caso di libretto nominativo ordinario cointestato con un minore di età, è possibile effettuare prelevamenti o estinguere il libretto, solo con firma di quietanza congiunta dei genitori del minore fino a un importo massimo di 10.000,00 euro nell'anno solare. Per importi superiori a 10.000,00 euro, sia per i prelevamenti che per l’estinzione del libretto, è necessaria l'autorizzazione del Giudice Tutelare, anche in presenza di clausola di pari facoltà di disposizione da parte dei genitori.

Libretti nominativi speciali dedicati a minori d'età

Di quanti libretti nominativi speciali dedicati a minori d'età può essere intestatario un soggetto minorenne?

Il minorenne può essere intestatario di un solo libretto nominativo speciale dedicato a minori d'età.

Cos'è il Libretto dematerializzato

Che cos’è il Libretto dematerializzato?

Il Libretto dematerializzato è un libretto di Risparmio Postale rappresentato unicamente da registrazioni contabili, a differenza del Libretto cartaceo, rappresentato anche da un documento fisico. Dal 15 novembre 2016 è possibile aprire in forma dematerializzata sia il Libretto di Risparmio Postale nominativo ordinario che il Libretto Smart, in alternativa alla tradizionale forma cartacea. L'operatività sul Libretto dematerializzato è consentita esclusivamente tramite la Carta Libretto, rilasciata obbligatoriamente a tutti gli intestatari. Il rilascio della Carta Libretto avviene contestualmente all'apertura del libretto stesso.

Consultare operazioni su Libretto dematerializzato

Come posso consultare le operazioni effettuate sul mio Libretto dematerializzato?

Come per il libretto cartaceo anche per il libretto dematerializzato è possibile richiedere a sportello la lista movimenti riportante le operazioni effettuate negli ultimi 12 mesi fino ad un massimo di 40 operazioni. Per il libretto dematerializzato è, inoltre, previsto il Rendiconto delle registrazioni contabili delle operazioni effettuate. Il Rendiconto delle registrazioni contabili è gratuito ed è reso disponibile, annualmente e all'estinzione del libretto, sulla pagina WEB "Trasparenza" accessibile tramite i canali BPOL, MyPoste e RPOL.

È, inoltre, possibile richiedere una copia conforme del Rendiconto delle registrazioni contabili direttamente nell'ufficio postale di radicamento del libretto dematerializzato, corrispondendo le commissioni previste indicate nel Foglio Informativo Servizi Vari.

Limiti per apertura Libretto dematerializzato

Ci sono limiti per l’apertura di un Libretto dematerializzato?

L'emissione in forma dematerializzata è ammessa attualmente esclusivamente per i libretti di Risparmio Postale nominativo ordinario e Smart. Sono esclusi i libretti al portatore, giudiziario e dedicati ai minori d'età.
I libretti dematerializzati non possono essere intestati a soggetti minorenni e, in caso di cointestazione (massimo quattro cointestatari), non è ammessa la facoltà di firma congiunta.

Estinzione Libretto di Risparmio Postale

Voglio estinguere un Libretto di Risparmio Postale di cui sono titolare. Devo necessariamente recarmi presso l'ufficio postale di radicamento del Libretto?

No, è possibile estinguere il Libretto di Risparmio Postale presso qualsiasi ufficio postale.

Tempi per estinzione Libretto di Risparmio Postale

Voglio estinguere il Libretto di Risparmio Postale di cui sono intestatario. L'ufficio postale lo estingue in tempo reale oppure è previsto un periodo di attesa?

Nel caso di richiesta di estinzione di un Libretto di Risparmio Postale, i tempi massimi necessari per la chiusura del rapporto e il regolamento dell'eventuale saldo positivo risultante a seguito dei conteggi di estinzione sono di 15 giorni, indipendentemente dalla modalità di regolamento scelta dal cliente. Verranno liquidati sia il capitale che gli interessi maturati in corso d'anno. Il processo di estinzione sia per il Libretto cartaceo che per quello dematerializzato prevede che il cliente si presenti una sola volta per l'estinzione del libretto, indicando in tale sede la modalità con la quale intende ricevere l'eventuale saldo residuo (bonifico, assegno vidimato, giroconto su altro Libretto di Risparmio Postale o su un conto corrente postale).

Richiesta estinzione Libretto di Risparmio Postale

Voglio estinguere il Libretto di Risparmio Postale nominativo ordinario di cui sono cointestatario. La richiesta può essere effettuata da uno solo degli intestatari oppure è necessario che venga effettuata da tutti gli intestatari?

Il singolo intestatario che abbia facoltà di operare disgiuntamente (rapporto aperto con la clausola della pari facoltà) può esercitare il diritto di recesso ovvero chiedere l'estinzione del rapporto, con pieno effetto nei confronti di Poste Italiane e degli altri intestatari. Resta fermo l'onere dell'intestatario che ha richiesto l'estinzione di darne notizia agli altri titolari del rapporto.

Smarrimento Libretto di Risparmio Postale

Ho smarrito o mi è stato rubato il mio Libretto di Risparmio Postale cartaceo. Cosa devo fare per richiederne il duplicato?

La duplicazione deve essere richiesta, direttamente dall'intestatario o da chiunque dimostra di averne diritto, presso qualunque ufficio postale mediante compilazione e sottoscrizione della denuncia di perdita sulla quale devono essere indicati i dati relativi al Libretto e, in caso di sottrazione, gli estremi della denuncia presentata agli organi di pubblica sicurezza. L'ufficio postale provvede ad affiggere nei propri locali aperti al pubblico un "avviso/diffida" - per 30 giorni nel caso di Libretti con saldo inferiore a 516,46 euro e per 90 giorni nel caso di saldo uguale o superiore a 516,46 euro (la normativa di riferimento è la Legge 30 luglio 1951, n. 948). Trascorso tale periodo, è possibile ottenere il rilascio del duplicato.

Smarrimento Libretto di Risparmio sul quale vengono accreditati pensione o stipendio

Cosa accade nel caso in cui intervenga lo smarrimento di un Libretto di Risparmio Postale sul quale viene accreditato il rateo mensile di pensione o stipendio?

La procedura per richiedere il pagamento di un rateo pensionistico accreditato su libretto smarrito, prevede che l'intestatario della pensione accreditata su un libretto bloccato perché in fase di duplicazione - durante il periodo di ammortamento del titolo - ha la facoltà di richiedere, presso l'ufficio postale dove è stata presentata la richiesta di duplicazione, la corresponsione di una somma pari all'importo dell'ultimo rateo mensile della pensione/stipendio accreditata/o e di quelli maturati tra la denuncia e la riconsegna all'intestatario del duplicato. A tal fine, l'interessato si dovrà recare presso l'ufficio postale per compilare e sottoscrivere il modulo "Richiesta di prelevamento in assenza del libretto", che verrà trasmesso a cura dello stesso ufficio postale a BancoPosta - Operazioni - Risparmio Investimenti.Ottenuta l'autorizzazione da BancoPosta, entro le 24/48 ore successive, l'ufficio postale provvederà a corrispondere all'intestatario della pensione/stipendio l'importo corrispondente al rateo mensile.

Termine prescrizione Libretti di Risparmio Postale

Qual è il termine di prescrizione applicato ai Libretti di Risparmio Postale?

Per i Libretti Postali, indipendentemente dalla data di emissione, trova applicazione il termine di prescrizione decennale che decorre dal giorno in cui l'Ufficio Postale rifiuta di restituire all'interessato le somme precedentemente depositate.

Elenco depositi dormienti

Cosa significa che il mio Libretto di Risparmio Postale è nell'elenco dei "depositi dormienti"?

Significa che il mio Libretto di Risparmio Postale pur nella libera disponibilità delle somme, non viene movimentato da almeno 10 anni e presenta un saldo superiore a 100,00 euro (articolo 1 del D.P.R. 22 giugno 2007 n. 116 - Regolamento di attuazione dell'art. 1, c. 345, della legge 23 dicembre 2005 n. 266 in materia di depositi dormienti, entrato in vigore il 17 agosto 2007).

Libretto estinto perchè considerato deposito dormiente

Ho un Libretto di Risparmio nominativo ordinario. Allo sportello mi dicono che il mio libretto è estinto perché è considerato un deposito dormiente. Cosa posso fare?

Il Ministero dell'economia e delle finanze, presso il quale è stato istituito il Fondo di cui all'art. 1, comma 343, della legge n. 266/2005, ha affidato a Consap S.p.A., a decorrere dal 14 giugno 2010, la gestione delle domande di rimborso di somme affluite al predetto Fondo (c.d. "rapporti dormienti"). È necessario richiedere il rilascio dell'attestazione di devoluzione al Fondo presso l'ufficio postale di radicamento. Una volta ottenuta l'attestazione sarà possibile procedere alla richiesta di rimborso rivolgendosi direttamente ed esclusivamente a Consap S.p.A. Le domande di rimborso possono essere inviate anche per via telematica, agli indirizzi riportati nella sezione "contatti" presente sul sito Internet della Società stessa.

Richiesta giacenza media

Per calcolare l'ISEE, mi viene richiesta la "GIACENZA MEDIA" del Libretto di Risparmio Postale nell'anno solare in corso. Cosa devo fare per ottenere questo dato?

È necessario recarsi presso l'ufficio postale e compilare la relativa modulistica. Il rilascio di tale certificazione è gratuito. Si segnala che in caso di Libretto dematerializzato sul Rendiconto annuale delle registrazioni contabili è presente l'informazione sulla giacenza annua ai fine ISEE.

Rilascio Carta Libretto

Ho richiesto il rilascio di una Carta Libretto. Devo attendere che mi sia recapitata?

No. Nel caso di Libretto dematerializzato, il rilascio della Carta (non attiva) è contestuale alla richiesta di apertura del libretto; il cliente potrà attivarla tramite il POS di sportello o tramite qualsiasi ATM Postamat. Nel caso del Libretto cartaceo, invece, il cliente deve attendere che gli sia recapitato il PIN all'indirizzo comunicato e successivamente recarsi all'ufficio postale di radicamento per il ritiro della Carta.

Limite massimo di saldo Libretto al Portatore

Qual è il limite massimo di saldo su un Libretto al Portatore?

Il saldo dei Libretti al Portatore deve essere inferiore a 1.000,00 euro.

Il D.Lgs 90/2017 all’art. 3, comma 12, stabilisce che dal 4 luglio 2017 i libretti al portatore non potranno più essere emessi e quelli in circolazione dovranno essere estinti entro e non oltre il 31 dicembre 2018.

Libretti Smart
Esclusione della pari facoltà di disposizione

In caso di libretto Smart cointestato, è consentita l'esclusione della pari facoltà di disposizione?

Nel caso di libretto Smart cointestato non è consentita l'esclusione della pari facoltà di disposizione. 

Titolarità libretti

Di quanti libretti Smart è possibile essere titolari?

I libretti Smart possono essere intestati a persone fisiche maggiori d'età in numero non superiore a quattro. E' consentita l'intestazione di un solo libretto Smart alla stessa persona fisica o gruppo di persone fisiche.

Adesione al Libretto Smart

Posso aderire al Libretto Smart se ho già un Libretto nominativo ordinario?

Se alla data di adesione si risulta già intestatari di un Libretto nominativo ordinario con la stessa intestazione che si vuole assegnare al Libretto Smart, si potrà aderire al libretto Smart esclusivamente tramite la "conversione" di tale Libretto nominativo ordinario. In tutti gli altri casi si può aderire al Libretto Smart tramite l'apertura di un nuovo Libretto.

Numero di Libretti Smart di cui è possibile essere titolari

Di quanti Libretti Smart è possibile essere titolari?

È consentita l'intestazione di un solo Libretto Smart alla stessa persona fisica o gruppo di persone fisiche. I Libretti Smart possono essere intestati a persone fisiche maggiori d'età in numero non superiore a quattro.

Esclusione della pari facoltà di disposizione

In caso di Libretto Smart cointestato, è consentita l'esclusione della pari facoltà di disposizione?

Nel caso di libretto Smart cointestato non è consentita l'esclusione della pari facoltà di disposizione.

Attivazione Carta Libretto

Come faccio ad attivare la Carta Libretto?

Una volta perfezionata l'adesione al Libretto Smart, sarà inviato automaticamente a casa un PIN. Una volta ricevuto il PIN è necessario recarsi presso l'ufficio postale in cui si è aderito al Libretto Smart e ritirare la Carta che verrà attivata dall'operatore.

Validità Carta Libretto

Ho aderito al Libretto Smart. Qual è il periodo di validità della Carta Libretto?

La Carta ha validità per il periodo sulla stessa indicato. Alla scadenza del periodo di validità viene emessa automaticamente una nuova Carta intestata al medesimo titolare da attivare presso l'ufficio postale di emissione del Libretto.

Costi Libretto Smart e Carta Libretto

Quanto costa mantenere il Libretto Smart e la Carta Libretto attivi?

Nessuna spesa e commissione è dovuta per l'apertura, la gestione e l'estinzione di Libretto Smart e della Carta Libretto.

Servizi disponibili su Libretto Smart

Quali sono i servizi dispositivi disponibili sul Libretto Smart? Posso effettuare ad esempio bonifici a terzi, emettere assegni o disporre pagamenti ricorrenti preautorizzati sul Libretto Smart?

Il Libretto Smart non consente di effettuare bonifici in uscita o di emettere assegni. I titolari di Libretto Smart, oltre alle tradizionali operazioni di versamento e prelievo di contanti, possono movimentare il proprio Libretto:

  • tramite bonifici da un proprio conto corrente bancario intestato o cointestato, dopo aver richiesto l'abilitazione al servizio presso l'ufficio postale;
  • tramite la funzione girofondo dal proprio conto corrente BancoPosta o Libretto Nominativo Ordinario al Libretto Smart e viceversa,da Ufficio Postale, attraverso il canale Risparmio Postale online (RPOL), da ATM contraddistinti dal marchio Postamat e da App;
  • tramite assegni tratti da altro conto bancario/postale.

Inoltre, il titolare può ottenere l'accredito automatico del proprio stipendio (nel caso di dipendente pubblico), pensione INPS e INPDAP, prestazioni a sostegno del reddito erogate dall'INPS.

Accredito interessi

Quando vengono accreditati gli interessi?

Gli interessi sono calcolati secondo il calendario civile con il metodo scalare e vengono accreditati nel mese di gennaio con data valuta 31 dicembre. Gli interessi vengono inoltre accreditati al momento di chiusura del Libretto.

Risparmio Postale online

Non riesco ad accedere al Risparmio Postale online.

È possibile che non siano state ancora attivate le funzionalità di RPOL da parte dell'UP di radicamento, al quale dovrà fare in ogni caso riferimento per la risoluzione nel caso in cui il problema persista.

Calcolo interessi

Come posso fare a controllare che il calcolo degli interessi effettuato sia giusto?

È possibile, compilando l'apposito modulo disponibile presso qualsiasi ufficio postale, acquisire puntuali informazioni sui tassi d'interesse applicati, sulla decorrenza delle valute, sugli interessi liquidati e sulle ritenute di legge operate. E' anche possibile richiedere su RPOL la Nota Informativa con riassunto scalare, documento che permette di avere maggiori informazioni sugli interessi accreditati sul Libretto Smart.

Operazioni Risparmio Postale online

Cosa posso fare con il Risparmio Postale online?

Tramite il Servizio RPOL è possibile controllare il saldo, consultare l'elenco movimenti, verificare la sua posizione in Buoni Fruttiferi Postali sottoscritti in forma dematerializzata e collegati al Libretto, richiedere la Nota Informativa con riassunto scalare e verificare le proprie somme accantonate tramite l'offerta supersmart; nel caso in cui siano state attivate anche le funzioni dispositive è inoltre possibile sottoscrivere e rimborsare Buoni Fruttiferi Postali in forma dematerializzata collegati al Libretto, effettuare operazioni di girofondo dal proprio Libretto ad un conto corrente Bancoposta o ad un Libretto Nominativo di cui sia intestatario o cointestatario, entro il limite giornaliero di euro 10.000,00 e mensile di euro 30.000,00, ricaricare la propria carta Postepay e attivare/disattivare somme accantonate tramite l'offerta supersmart. Tali funzionalità, ad eccezione delle richieste della Nota Informativa con riassunto scalare, sono anche disponibili, per dispositivi Android e iOS, sull'App Risparmio Postale.

Si ricorda che per usufruire delle funzionalità dispositive è necessario che la Carta Libretto risulti attiva.

App Risparmio Postale online

Ho uno smartphone ma non trovo l'app del Risparmio Postale online, come mai?

Al momento, le app sono disponibili esclusivamente sugli store Google Play (dispositivi Android) e Apple App Store (dispositivi iOS). 

Data di valuta assegno bancario su Libretto Smart

Ho versato un assegno bancario sul Libretto Smart, vorrei sapere quale è la data di valuta. È diversa dalla data di registrazione e dalla data di disponibilità? Nel caso in cui verso sul Libretto Smart un assegno circolare, quali sono le date di valuta, registrazione e disponibilità?

Le modalità di negoziazione e di accredito degli assegni sui Libretti di Risparmio sono indicate nel "Modulo di richiesta servizi a valere sul conto corrente BancoPosta e/o sul Libretto di Risparmio Postale": in particolare, l'importo di assegni bancari, circolari, vaglia ed altri titoli similari può essere negoziato per deposito su Libretto e viene accreditato da Poste Italiane S.p.A. ad incasso avvenuto. Il deposito viene annotato solo successivamente alla verifica dell'effettivo pagamento dei titoli e reso disponibile a partire dal quarto giorno lavorativo bancario per gli assegni postali, e dal settimo giorno lavorativo bancario, per gli assegni bancari e circolari. In base a quanto sopra specificato, la negoziazione degli assegni sui Libretti avviene con modalità al dopo incasso e non salvo buon fine, ne consegue che la data di accredito, di disponibilità e valuta è la stessa. 

Bonifici SEPA nazionali su Libretto Smart

È consentito disporre bonifici SEPA nazionali sul Libretto Smart?

Ai titolari di Libretto Smart è consentito disporre bonifici SEPA nazionali in ingresso sul proprio Libretto Smart provenienti da conti correnti del circuito bancario a sé intestati o cointestatati, previa richiesta di autorizzazione presentata all'ufficio postale.

Prima di procedere all'adesione si raccomanda di leggere attentamente il Foglio Informativo disponibile online oppure in forma cartacea presso gli uffici postali, nonché sul sito internet dell'emittente www.cdp.it.

Per ulteriori informazioni è possibile rivolgersi al Contact Center di Poste Italiane tramite numero verde803.160*

 

*chiamata gratuita per chi chiama da rete fissa; chi accede da rete mobile al servizio clienti di Poste Italiane dovrà comporre il n. 199.100.160. Il costo della chiamata è legato all'operatore utilizzato ed è pari al massimo a euro 0,60 al minuto più euro 0,15 alla risposta.